top of page

Roma, 5 novembre 2023

Movimento Forense, associazione nazionale maggiormente rappresentativa, ha raggiunto importanti traguardi nell'ultimo anno, consolidando la sua presenza all'interno delle istituzioni e contribuendo attivamente alla produzione e condivisione di proposte legislative.

L'approccio apolitico del Movimento Forense ha permesso una collaborazione con tutti gli stakeholder presenti in Parlamento, dimostrando l'attenzione dell'associazione a promuovere gli interessi della giustizia e dell'avvocatura senza distinzioni di schieramento.

MF ha partecipato attivamente in audizione alle Commissioni Giustizia della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica, fornendo pareri e contributi RILEVANTI su proposte di legge riguardanti la Giustizia e l'Avvocatura.

Tra le proposte legislative condivise dal Movimento Forense, si evidenziano quelle in materia di accesso alla giustizia per i non abbienti e quelle in riconoscimento ed allargamento delle funzioni dell’avvocato quale suffragio alla migliore efficienza della macchina giudiziaria:

1. Proposta di legge DORI: "Modifiche agli articoli 74, 76 e 78 del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di spese di giustizia, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 30 maggio 2002, n. 115, in materia di patrocinio a spese dello Stato per i soggetti beneficiari di amministrazione di sostegno" (1201).

2. Proposta di legge DORI: "Modifiche agli articoli 82, 106-bis e 130 del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di spese di giustizia, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 30 maggio 2002, n. 115, concernenti la parificazione dei criteri per la liquidazione dei compensi del patrocinio a spese dello Stato nel processo civile, penale, amministrativo, contabile e tributario" (1062).

3. Proposta di legge DORI: "Delega al Governo per l'istituzione di un portale unico dei processi telematici"

4. Proposta di legge SILVESTRONI: "Istituzione della Piattaforma unica per il deposito telematico dei documenti e degli atti dei processi civile, penale, amministrativo e tributario" (S. 558).

5. Proposta di legge costituzionale DORI: "Modifica all'articolo 111 della Costituzione in materia di riconoscimento della funzione dell'avvocato e di tutela dell'indipendenza del suo esercizio" (694).

6. Proposta di legge BALBONI: “Estensione delle esenzioni e riduzioni delle spese di giustizia previste per le controversie di lavoro alle procedure di recupero del credito per compensi delle professioni organizzate in ordini o collegi” (S 567).

7. Proposta di legge CUPERLO e CIANI: "Modifiche al codice civile, alle disposizioni per la sua attuazione, al codice penale e al codice di procedura penale, concernenti il rafforzamento dell’amministrazione di sostegno e l’abolizione degli istituti dell’interdizione e dell’inabilitazione" (1355).

8. Proposta di legge STEFANI: "Norme in tema di legittimo impedimento del difensore" (S 694).

Il Movimento Forense ha inoltre condiviso e sostenuto altre importanti proposte legislative, come la modifica dell'articolo 79 del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di spese di giustizia (Potenti), la modifica alla legge sull'esecuzione di pignoramenti mediante notificazione di atti e l'istituzione di una piattaforma unica per il deposito telematico dei documenti e degli atti dei processi civile, penale, amministrativo e tributario (Silvestroni).

Tutte queste iniziative rappresentano un punto di partenza per rendere ancora più efficace la tutela del sistema giustizia, sostenuta e partecipata attivamente dal Movimento Forense. L'obiettivo è garantire un'Avvocatura forte e determinante, che partecipi fin dall'inizio alle scelte legislative, consapevole del suo ruolo sociale.


Avv. Elisa Demma

Presidente del Movimento Forense



Comentários


bottom of page