Politica Forense

Ultimo aggiornamento .

MOVIMENTO FORENSE: AL CONGRESSO DI CATANIA PER CAMBIARE LO STATUTO OCF.

Roma, 14 Marzo 2018  - Il Movimento Forense, visti gli scarsi risultati ottenuti ad oggi dall'Organismo Congressuale Forense ed alle problematiche evidenziate sia dal punto di vista funzionale che politico, ritiene necessario prevedere nel corso del prossimo Congresso Nazionale Forense di Catania una sessione dedicata alle modifiche statutarie.

I temi da affrontare sono:
- introduzione della incompatibilità tra il ruolo di componente dell'OCF e qualsiasi altra carica ivi espressamente quella di Consigliere dell'Ordine; tale modifica è necessaria poichè è evidente che l'inefficacia dell'Organismo è figlia anche della sovrapposizione dei ruoli;
- Il Congresso deve riconoscere l'OCF quale voce unitaria dell'avvocatura, ciò è necessario per non offrire alibi alla politica e far valere il peso delle associazioni e del numero degli avvocati;
- finanziamento: occorre chiarezza e certezza per trasformare in modo concreto le idee dei delegati in azione;
- attribuzione di compiti effettivi di rappresentanza al vertice dell'Organismo, con funzioni di Presidente e non di coordinatore;
- ampliamento del mandato conferito dal Congresso all'OCF, non solo di attuatore dei deliberati ma anche di effettivo interlocutore politico. 

A distanza di 2 anni possiamo purtroppo confermare che MF  e chi ha contrastato a Rimini questa riforma avevano ragione; quella che all'epoca venne salutata dai promotori come una rivoluzione oggi si è rivelata un vero e proprio fallimento.

Massimiliano Cesali
(Presidente del Movimento Forense)
 


Commenti

Nessun commento.

Registrati per poter commentare.

© 2013 Movimento Forense - Sito sviluppato da Filippo Iovine