Area download
Diritto

Ultimo aggiornamento .

MODELLO DI CONFERIMENTO DI INCARICO PROFESSIONALE  E DELL’INFORMATIVA EX ART. 13, COMMA 5, LEGGE 247/2012 SULLA PREVEDIBILE MISURA DEL COSTO DELLA PRESTAZIONE

Carissimi Colleghi,

come certamente tutti sapete la legge 124/2017 (pubblicata in G.U. del 14/08/2017 n. 189), ha modificato l’art. 13 della legge 247/2012 (cd. Legge professionale forense, introducendo l’obbligo di informare per iscritto “colui che conferisce l’incarico professionale” circa “la prevedibile misura del costo della prestazione, distinguendo fra oneri, spese, anche forfetarie, e compenso professionale”.

Poiché il legislatore ha evidentemente inteso consolidare le tradizioni da un lato di “riformare” –diciamo così- in materia di giustizia e professione forense a Ferragosto, e dall’altro di ignorare le basilari regole di tecnica legislativa, anche questa volta il risultato è quello di una norma ambigua che già produce contrasti dottrinali interpretativi, e che con ogni probabilità sarà terreno fertile di contenzioso.

Il Movimento Forense, ha predisposto un prototipo di Contratto di Conferimento di Incarico, con allegati, oltre alle informative di legge, anche una pattuizione sul compenso ed un prototipo di preventivo. Il modello è stato elaborato sulla base delle diverse esperienze di un team scientifico che ha raccolto le rappresentanze di diversi tipi di Studio Professionale e diversi approcci aziendali.

Nel merito, si è scelto l’orientamento che distingue tra pattuizione sul compenso e “preventivo”, attribuendo a quest’ultimo il significato di mera informativa NON VINCOLANTE, perché ci è parso quello più conforme al testo normativo.

Per quanto riguarda la pattuizione sul compenso, il modello proposto offre varie possibilità a scelta delle parti, che potranno spuntare quella più adatta alle proprie esigenze. Si segnala, in via indicativa, la proposta elaborata dal CNF nella seduta straordinaria del 10/02/2017 per la modifica dei parametri Forensi, consultabile al seguente link: Proposta del CNF di modifica del DM 55/2014.

Circa la disciplina del conferimento d’incarico, si è ritenuto importante anche disciplinare i diversi aspetti del rapporto avvocato-assistito, che oggi, anche per l’avvento delle nuove tecnologie rischiano di creare equivoci e contenziosi, oltre che ipotesi di responsabilità Professionale. Ovviamente trattasi di un modello che ciascuno poi adatterà alle proprie esigenze.

Certi di aver fatto cosa gradita,

Vi porgiamo i nostri migliori saluti.

Avv. Massimiliano Cesali - Presidente del Movimento Forense

Avv. Barbara Dalle Pezze - Responsabile della Commissione Scientifica del Movimento Forense

Scarica qui il Prototipo di conferimento d’incarico e preventivo del Movimento Forense

****

DISCLAIMER Il predetto fac-simile è aggiornato al momento della sua pubblicazione. Ciò nonostante, la natura e la novità stessa degli argomenti trattati escludono la possibilità di controllare tutte le fonti esistenti e l'autore non può fornire alcuna garanzia in merito all'affidabilità ed all'esattezza delle notizie riportate e declina pertanto ogni responsabilità per qualsiasi danno, diretto, indiretto, incidentale e consequenziale legato all'uso, proprio o improprio del fac-simile, ivi inclusi, senza alcuna limitazione, la perdita di profitto, l'interruzione di attività aziendale o professionale, o qualsivoglia altra problematica, e ciò anche qualora l'autore fosse stato espressamente messo al corrente della possibilità del verificarsi di tali danni.


Commenti

Nessun commento.

Registrati per poter commentare.

© 2013 Movimento Forense - Sito sviluppato da Filippo Iovine