Politica Forense

Ultimo aggiornamento .

EQUO COMPENSO ... MA PER TUTTI

ROMA, 12 Agosto 2017 - Il DDL sull'Equo Compenso promosso dal Ministro Orlando è un passo in avanti anche se si aggiunge ai 5 presentati, ma il testo definitivo dovrà prevedere delle modifiche sostanziali" questo é quanto afferma il Movimento Forense per voce del Presidente Massimiliano Cesali il quale prosegue "Non comprendo i toni entusiasti del CNF, anzi mi preoccupano, giacché il testo odierno favorisce solo i baronati ed i difensori di banche, assicurazioni e multinazionali. Come MF abbiamo predisposto un testo invece che esclude dalla normativa dell'Equo compenso solo i rapporti con i consumatori per non essere censurati dall'Autority".
Precisa Cesali "dobbiamo tutelare tutti gli avvocati che svolgono attività professionale nei confronti di chiunque sia strutturato ed abbia il potere - non solo economico - di far sottoscrivere all'avvocato accordi capestro."
Chiude il presidente di MF "occorre avere coraggio e tutelare il lavoro dei professionisti anche rischiando di scontentare qualcuno, perché non basta pensare agli avvocati di banche, assicurazioni e grandi industrie altrimenti, se non abbiamo il coraggio di dirlo, trasformiamo le istituzioni forensi in sindacato delle elite. Noi vogliamo che parlino a nome e nell'interesse di tutti!"


Commenti

Nessun commento.

Registrati per poter commentare.

© 2013 Movimento Forense - Sito sviluppato da Filippo Iovine