Diritto
Rassegna Di Giurisprudenza

Ultimo aggiornamento .

RASSEGNA DI GIURISPRUDENZA SETTIMANA N. 9/2016

Selezione mirata di recenti interventi normativi e giurisprudenziali a cura dell'Associazione per i Diritti e la Legalità "All Rights".

Newsletter del 2 marzo 2016.

 

DIRITTO DEL LAVORO

 

Risoluzione del rapporto di lavoro per mutuo consenso. Irrilevante la sola brevità del contratto e il lungo tempo trascorso tra la cessazione del rapporto e il deposito del ricorso da parte del lavoratore. Cass. Lav. 25.02.2016, n. 3724

 

 

RESPONSABILITA' AMMINISTRATIVA, CONTABILE ED ERARIALE

 

Responsabilità del Ministero della giustizia per condotta omissiva colposa causalmente collegata all’omicidio di un proprio dipendente da parte di altro dipendente. Cass. Civ., III, 23.02.2016, n. 3506

 

 

Il c.d. fermo amministrativo del dipendente - quale mezzo di conservazione della garanzia patrimoniale - deve essere adottato in ossequio ai principi di ragionevolezza, proporzionalità ed equità della azione della P.A. C. Conti, Lazio, 22.02.2016, n. 71

 

 

QUESTIONI PROCEDURALI

 

Qualificazione del rapporto di lavoro e sindacato di legittimità. Cass. Lav. 19.02.2016, n. 3303

 

 

Prove atipiche. Ammesse nel processo se correttamente raffrontate dal giudice con le altre evidenze istruttorie. Cass. Lav., 22.02.2016, n. 3425

 

 

Ricorso in Cassazione. La deducibilità dell’omesso esame di elementi istruttori da parte del giudice di merito. Cass. Civ., III, 25.02.2016, n. 3699

 

 

RESPONSABILITA' CIVILE

 

L’azione per il riconoscimento della responsabilità contrattuale e quella extracontrattuale proposte congiuntamente devono essere partitamente verificate dal giudice sulla base delle distinte regole che le disciplinano. Cass. Civ., III, 23.06.2015, n. 1292

 

 

GIUSTIZIA TRIBUTARIA

 

I beni costituiti in fondo patrimoniale non sono aggredibili neppure dal Fisco se il debito tributario scaturisce da situazioni estranee ai bisogni della famiglia ed il creditore ne è a conoscenza. Cass. Civ., V, 24.02.2016, n. 3600

 

 

DIRITTO BANCARIO

 

Investimenti in prodotti derivati. Intermediari finanziari e Banche non sono responsabili quando dimostrino di aver fornito un’adeguata informativa agli investitori sull’elevato livello di rischio insito in detti prodotti. Cass. Civ., I, 24.02.2016 n. 3624


Commenti

Nessun commento.

Registrati per poter commentare.

© 2013 Movimento Forense - Sito sviluppato da Filippo Iovine