Politica Forense

Ultimo aggiornamento .

IL MOVIMENTO FORENSE E LA POLITICA... DEL FARE.

Lo scorso 12 novembre i colleghi Ilaria Denni e Giovanni Paolo Bertolini, componenti del Dipartimento di Studi di Diritto del Lavoro e della Previdenza del Movimento Forense Roma, sono entrati a far parte, quali membri tecnici scientifici, della commissione di studio di diritto del lavoro del Partito Democratico Regione Lazio, che, unitamente all'Assessorato al Lavoro della Regione Lazio, ha dato vita ad un tavolo permanente.

Con questo risultato il Movimento Forense si conferma tra le poche realtà associative di avvocati capace di dialogare (sia direttamente che attraverso gli Organismi rappresentativi forensi) con le Istituzioni, nonché con tutti i soggetti della scena politica, al fine di realizzare i propri progetti, mettere la competenza dei propri associati al servizio della società.  Nello specifico, alcuni tra i nostri giuslavoristi saranno impegnati nell’ illustrare a tutti gli operatori del mondo del lavoro (datori, lavoratori, giovani prossimi all’ingresso) i punti del nuovo diritto del lavoro, profondamente modificato dal c.d. “Jobs Act” e dai decreti attuativi del medesimo. Oltre ad informare ed assistere le parti, il Movimento Forense si occuperà anche di raccogliere dati utili per offrire il quadro più veritiero di eventuali criticità riscontrate nell’attuazione della normativa. La condivisione con la Regione Lazio dei dati assunti in occasione dei descritti incontri potrà permettere alla stessa di intervenire, anche politicamente, per migliorare la propria azione sulle parti più problematiche della riforma.

La Commissione Lavoro del Partito Democratico Regione Lazio ha apprezzato moltissimo il documento illustrativo presentatole e l’ingresso al suo interno del Movimento Forense, quale realtà capace di offrire un contributo libero, indipendente e qualificato. Altrettanto, i componenti della stessa Commissione hanno accolto favorevolmente anche la disponibilità dei nostri esponenti di illustrare agli operatori del mercato del lavoro, nonché discutere con loro, del contratto di rete e della “codatorialità”.

Entro il prossimo mese di dicembre verrà elaborato un opuscolo informativo, contenente l’indicazione degli obiettivi del progetto e delle modalità con cui verranno realizzati gli incontri. Nel successivo mese di gennaio il progetto, con il suo programma dettagliato, sarà divulgato affinché si possa essere operativi dal mese di febbraio.

I dati e le impressioni raccolte sul campo verranno, successivamente, utilizzate dai colleghi impegnati per la stesura di una sorta di “libro bianco” o “linee guida” sul nuovo diritto del lavoro.

In questo modo, il Movimento Forense dimostra con il proprio operato come l’avvocatura possa interagire con la politica e con le Istituzioni per intervenire concretamente nel processo di miglioramento della giustizia e del diritto del nostro paese, dando agli avvocati tutti il ruolo che compete loro nella società.

Movimento Forense Unica Via

 


Commenti

Nessun commento.

Registrati per poter commentare.

© 2013 Movimento Forense - Sito sviluppato da Filippo Iovine