Politica Forense

Ultimo aggiornamento .

L'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI LECCE REVOCA L'ASTENSIONE AD OLTRANZA

Lecce, 29 maggio 2014. Dopo tre mesi di astensione l’Ordine degli avvocati di Lecce riunito in assemblea straordinaria ha sospeso la protesta.

Come previsto l'isolamento in cui sono stati relegati gli Ordini di Lecce e quelli Sardi ha costretto i colleghi che più si sono più spesi con determinazione per protestare contro lo stato in cui versa la Giustizia e la Professione, a cessare la protesta senza poter godere nè del seguito da parte degli altri Ordini, nè di risultati particolarmente significativi, che la portata limitata della protesta ha impedito.

A ennesima riprova che il fronte dell'Avvocatura è principalmente interno. 

I leccesi però non demordono. Le motivazioni - fanno sapere - restano valide e da settembre ripartirà la protesta, anche in altra forma.

Altrove ci si è pavoneggiati con attestati di solidarietà, come se si trattasse di un'altra categoria, e con abili riprese della manifestazione di piazza romana rimasta senza particolari risvolti, durante la quale peraltro il grido della Sardegna era stato "vedremo quelli su questo palco che tipo di supporto ci daranno". 

L'abbiamo visto. 

Resta il fatto che l'iniziativa dell'astensione ad oltranza è stata l'unica meritevole di menzione negli ultimi anni, ma, come si era più volte avuto modo di dire, non avrebbe fruttato nulla senza un'adesione quantomeno decente da parte degli altri Ordini. Che non si è verificata, nemmeno dopo gli inviti dal palco romano.

La primavera 2014 tornerà comunque utile all'avvocatura perchè ha aiutato parecchio a certificare la "pasta" di alcuni presunti paladini dell'Avvocatura.     

J.P

 


Commenti

Nessun commento.

Registrati per poter commentare.

© 2013 Movimento Forense - Sito sviluppato da Filippo Iovine